fbpx

Alcazaba Malaga: come visitarla al meglio

how to visit the Alcazaba Malaga

Nessuno mette in dubbio che Malaga abbia un’incredibile ricchezza culturale; molte popolazioni con le loro culture e tradizioni sono passate in questa città, lasciando delle importanti tracce. Uno dei regali più preziosi che la cultura musulmana ha lasciato nella città è l’Alcazaba. 

L’Alcazaba è, senza ombra di dubbio, il cuore di Malaga. Non si può lasciare la città senza prima averla visitata. Ogni anno, questo sito è visitato da migliaia e migliaia di persone che passano per la città. 

Insieme al Castello di Gibralfaro e la Cattedrale dell’Incarnazione di Malaga, L’Alcazaba domina la scena in una delle viste panoramiche più belle della città, che puoi ammirare visitando il Muelle Uno. 

Ma perché questo sito è così importante? Che cosa lo rende speciale? Cosa devi sapere sull’Alcazaba prima di visitarla?

Troverai queste e molte altre informazioni in questo articolo dedicato all’Alcazaba di Malaga

Per questo, continuate a leggere e lasciatevi trasportare indietro nel tempo tra le storie e le leggende di questo meraviglioso sito. 

Potresti essere interessato anche a:


Cos’è l’Alcazaba?

L’Alcazaba è il più importante sito del patrimonio culturale musulmano nella città di Malaga, e uno dei più importanti in Andalusia. Fu la fortezza e il palazzo del periodo musulmano quando conquistarono la città. 

Infatti, la parola Alcazaba deriva dall’Arabo Al-qasba, che significa palazzo fortificato; se avrai l’opportunità di visitarlo, capirai immediatamente perché. 

Una volta attraversata la porta monumentale all’entrata principale, visiterai due aree differenti: la fortezza con i suoi passaggi stretti; e il palazzo, con i suoi giardini fioriti, architetture sbalorditive e viste panoramiche da perdere il fiato.

L’Alcazaba fu costruita tra il XI° e il XV° secolo e fu abitata dal governatore, gli ufficiali della città e i soldati.


Storia dell’Alcazaba di Malaga

Se avrai la possibilità di visitare l’Andalusia, sicuramente sarai affascinato dai suoi legami storici, artistici e culturali con il passato musulmano.

Più o meno tutte le città hanno monumenti o edifici datati al periodo musulmano: L’Alhambra di Granada, l’Alcazar di Siviglia e Cordova e l’Alcazaba di Malaga.

history malaga, andalusia, muslim

Perché fu costruita l’Alcazaba?

Nel XI° secolo il Califfato di Cordova ebbe un periodo di instabilità e si divise in piccoli regni (chiamati Taifa) che cominciarono a combattere tra di loro per ottenere il potere. Questo tipo di guerra civile tra i diversi Taifa è conosciuto come La Fitna. 

Durante questo periodo di instabilità, il Re berbero di Taifa, Badis ben Habus, ordinò la costruzione dell’Alcazaba, utilizzando le colonne di marmo e le statue del Teatro Romano, ai tempi coperto dai sedimenti ai piedi del Monte Gibralfaro. 

Vi posso assicurare che in nessun altro posto potrete trovare questa combinazione di architettura Romana e Musulmana. È una delle ragioni che rendono questo luogo così speciale. 

L’Alcazaba e i suoi due anelli di mura vennero costruiti durante il regno di Badis ben Habus. Tuttavia, l’edificio cambio durante i secoli e venne esteso con la costruzione di nuove aree e palazzi. 

L’Alcazaba venne costruita in un punto strategico, ai piedi del Monte Gibralfaro. Inoltre, esso include il Castello di Gibralfaro e la Coracha, un corridoio con muraglia usato come collegamento strategico tra i due edifici. 

Dopo tutto ciò che vi ho appena detto, è semplice capire perché l’Alcazaba è considerata una delle fortezze più difficili da conquistare durante il Medioevo; con i suoi due anelli di mura, torri e la fortezza, è inespugnabile.

È una costruzione di 15.000 metri quadrati; di cui 7.000 vengono utilizzati per costruzioni militari e civili e il resto è diviso in giardini, sili e prigioni. 

Il declino del palazzo fortificato avvenne con la Reconquista del Re Ferdinando di Aragona e la Regina Isabella di Castiglia nel 1487. Il palazzo continuò ad essere utilizzato ma progressivamente venne abbandonato fino a quando non venne ricostruito nel XX° secolo. 


¡IL NOSTRO CONSIGLIO! Prenota l’ingresso all’Alcazaba con una nostra guida per 10€. Prenota il tuo tour.

Dove si trova l’Alcazaba?

L’Alcazaba di Malaga si trova in Calle Alcazabilla; da qui puoi ammirare questo incredibile monumento insieme ai resti del Teatro Romano della città. 

Per ulteriori dettagli su come raggiungere l’Alcazaba, dai un’occhiata a questa mappa.

Orari di apertura dell’Alcazaba

Gli orari di visita dell’Alcazaba sono:

  • Dal 1 aprile al 31 ottobre, dalle 9:00 alle 20:00*
  • Dal 1 novembre al 31 marzo, dalle 9:00 alle 18:00*
  • Chiuso nei seguenti giorni: 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio.

*L’ultima entrata verrà effettuata 45 minuti prima dell’orario di chiusura. 

Per ulteriori dettagli visita il sito: www.alcazabamalaga.com



Biglietti ed entrata gratuita

  • Biglietto normale: 3.50€
  • Alcazaba + Castello Gibralfaro: 5.50€
  • Biglietto ridotto: 1.50€

L’entrata è gratuita ogni domenica dopo le ore 14:00, come molti altri monumenti ed attrazioni che puoi controllare in questo post. 


Tour dell’Alcazaba per 6€

Se vuoi visitare l’Alcazaba, il modo migliore è farlo con un tour. 

Vi posso assicurare che c’è una grande differenza tra visitare l’Alcazaba da soli e accompagnati da una guida; in questo modo potete scoprire la storia, la cultura, l’arte musulmana, le decorazioni e le leggende sconosciute del palazzo. È un’esperienza che non potrete dimenticare facilmente. 

Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni!


Spero questo articolo sull’Alcazaba vi sia piaciuto e che vi abbia fatto conoscere qualcosa di più su questo magnifico monumento! Se verrete a visitarlo, potete condividere la vostra esperienza con noi nell’area commenti. Saremo felici di leggerla!

Buona Alcazaba!



Imma

Imma

I am working in the company for 3 years already. I love Málaga and its surroundings, I hope I can help you with tips from my experiences.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Read also

Réservé
WhatsApp